Per un pieno di energia, nulla è meglio di una dieta equilibrata ed un pò di attività fisica, ma ci sono dei piccoli segreti naturali che ci soccorrono all’occorrenza. E’ questo il caso di una bella tisana sgonfia pancia alla salvia che ci aiuta anche nella perdita di peso.

La salvia è una pianta con origini molto antiche; in passato veniva associata all’acquisizione di saggezza. Della stessa famiglia della menta cresce sotto forma di arbusto con dei fiori di un bellissimo colore viola. Oggi viene molto usata in cucina come spezia, o per uso estetico. Ha un profumo intenso e fresco ed è ricca di proprietà medicinali.

Numerose le sue proprietà: è antinfiammatoria ( lenisce i dolori muscolari, i reumatismi e l’artrite, mal di testa, dolori associati al ciclo mestruale…); favorisce la cicatrizzazione delle ferite, è un antisettico, astringente; contiene vitamina A e C che aumentano le difese immunitarie. Un’assunzione regolare aiuta a controllare i valori di glicemia (zucchero nel sangue), ed inoltre, calma i crampi dello stomaco e dei muscoli e a trattare i problemi respiratori e digestivi. Tutto ciò, consente di affermare con certezza che una tisana alla salvia sgonfia l’addome, e dà un ventre piatto. E’ ideale quando si sta seguendo una dieta dimagrante anche perché depura l’organismo dalle tossine.

Ma in che modo interviene la tisana?

Essa va a stimolare la cistifellea, contrasta la stitichezza e di conseguenza la formazione di gas, oltre ad un’azione depurativa è importante per combattere la ritenzione idrica.

 

Chiaramente è da tenere presente che la pianta però,  contiene tujone, una sostanza che se assunta in alte dosi, diventa neurotossica ed è in grado di indurre convulsioni. Per cui si sconsiglia l’uso in gravidanza, durante l’allattamento, in caso di insufficienza renale e instabilità neurovegetativa.

Ma come si prepara la nostra tisana?

  1. Calcolare 15 grammi di pianta secca o fresca per ogni litro di acqua bollente, pertanto, per comodità prendiamo 1 litro d’acqua e 1 pugno di foglie di salvia.
  2. Per renderla più gustosa consigliamo 5 foglie di alloro e 1 rametto di cannella.
  3. Dopo aver messo la salvia nell’acqua bollente, spegnete e lasciate riposare per tre minuti. Se il sapore risulta essere troppo amaro addolcite la tisana con un po’ di miele. Questa quantità basta per 3/4 giorni, quindi ne va bevuta un bicchiere (250 ml) al dì.

L’infuso di salvia può essere bevuto sia freddo che caldo. E’ ottima da bere la mattina a digiuno in modo da stimolare bene il sistema digestivo durante tutta la giornata.

Ricordiamo sempre che prima dell’assunzione in caso di patologie è bene rivolgersi al medico!