“Sto tornando in Italia come una donna libera”

Sono queste le parole di Amanda Knox, la ragazza che, alcuni anni fa fu accusata dell’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, insieme al suo amico, Raffaele Sollecito, che fu accusato di averla aiutata a commetterlo.

Fu solo nell’ottobre 2011 che Amanda fu definitivamente assolta e scarcerata dopo quasi 4 anni di carcere, durante i quali la vicenda seppe tingersi sempre più di inquietudine e di sospetti, ma anche del sospetto di omissioni e manipolazioni delle prove.

Nonostante siano passati quasi 10 anni, il caso Kercher viene ricordato per le procedure di polizia piene di errori e incongruenze, oltre che per perizie scientifiche che si sono rivelate inesatte e inconcludenti, non permettendo una rapida risoluzione della vicenda.