11 Giugno 1984: 35 anni fa a Padova, a seguito di un ictus, perdeva la vita Enrico Berlinguer, leader del Partito Comunista Italiano, che lo seppe guidare in una fase di trasformazione “moderna”, portandolo a un consenso del 33,3 %, sorpassando la Democrazia Cristiana.

I funerali, avvenuti 2 giorni dopo, videro la partecipazione di oltre 1 milione di persone, tra cui un ospite d’eccezione: Michail Gorbaciov, giunto dalla Russia per rendere omaggio a un leader politico stimato e popolare, riflessivo e rigoroso, dirigente combattivo, capace di suscitare rispetto anche a coloro che non condividevano le sue idee.

Figura importante del Comunismo Italiano al pari di Palmiro Togliatti, seppe definire ed esprimere la politica e la cultura italiana, stabilendo la fedeltà alla Costituzione e la sua difesa come caratteristica del partito, contribuendo alla sua unità nei momenti più difficili e bui, nel tentativo di evitare profonde fratture sociali.