A renderla mota le foto di Steve Mc Curry

Sharbat Gula, la ragazza trasformatasi in un simbolo dell’Afghanistan quando venne fotografata da Steve Mc Curry nel 1985, è riuscita ad arrivare in Italia con un’operazione di trasferimento legata al suo appello dei mesi scorsi dopo la salita al potere dei Talebani, ormai padroni indiscussi della sua terra dopo gli eventi del quindici agosto scorso. Grazie a un programma di evacuazione dei cittadini afghani lei e altri suoi compatrioti sono ora al sicuro sul suolo italiano, anche per via delle sollecitazioni di coloro che nella società civile e nelle organizzazioni no profit hanno fatto pressione affinché Palazzo Chigi si attivasse per la creazione di un cordone umanitario di emergenza.

Quando fu trovata da Mc Curry in un campo profughi di Peshawar Gula era da poco una dodicenne, e la sua foto comparve sulla copertina del National Geographic Magazine facendo il giro del mondo grazie al suo sguardo dal quale traspariva l’orrore di un popolo a causa di un lungo conflitto.

 

Fonte articolo: fanpage.it

Fonte foto: flickr.com