Il consiglio comunale di Genova, approfittando di una approvazione di una commissione contro odio e intolleranza, si prepara a concedere alla senatrice a vita Liliana Segre la cittadinanza onoraria della città.

A giustificare la creazione di una tale commissione è l’aperto contrasto di fenomeni riguardanti intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza al fine di bloccare il proliferare di tali fenomeni quando è ancora possibile.

Alla Segre viene riconosciuto “un ruolo fondamentale di preservazione della memoria e il ruolo civico attivo” che viene indicato come motivo legato alla decisione di rendere onore a una donna la cui vita è testimonianza legata alla sopravvivenza dall’odio.