Stamane al Maschio Angioino è stato firmato il Patto per Napoli grazie al quale lo Stato si impegna a dare alla città un miliardo e 231 milioni di euro in 21 anni. Il Sindaco Gaetano Manfredi si dice soddisfatto, anche se in campagna elettorale i 21 anni in realtà parevano essere 5; dunque circa 58 milioni l’anno rispetto ai 200 sperati. Manfredi nella sua dichiarazione pubblica sostiene con forza che per la città oggi è un giorno di ripartenza,  e ringrazia il presidente Mario Draghi per la sua presenza e vicinanza al popolo napoletano, che, in cambio delle risorse, si impegna sul fronte delle riforme e degli investimenti, con obiettivi di qualità e tempi ben determinati.

Il Sindaco ringrazia anche il ministro Franco e il sottosegretario Garofoli, che hanno creduto in questo progetto, dove il comune dovrà riorganizzare le aziende partecipate, migliorare la resa economica del patrimonio comunale, nonché rafforzare la riscossione dei tributi. Il Ministero dell’Interno ogni 6 mesi verificherà l’operato dell’amministrazione, e per la sua realizzazione l’assessore Baretta esclude la necessità di fare ricorso a privatizzazioni.