L’Ischia Marine Center, un laboratorio di biologia marina consociato alla stazione Anton Dohrn di Napoli, ha lanciato un allarme ambientale su Casamicciola. La posidonia oceanica sita nella zona, che risulta fondamentale per l’habitat sommerso, corre grandi rischi a causa delle tonnellate di fango e detriti, che sono state scaraventate in mare dalla frana avvenuta la settimana scorsa. Tale pianta, di cui esistono vaste praterie nell’area colpita, è fondamentale per l’equilibrio biologico dei fondali della zona e, se sparisse, si creerebbe un “trauma” dalle forti ripercussioni ambientali future. Fare una prima stima della superficie marina aggredita dai detriti è ancora impossibile, e si rischia una reazione a catena che potrebbe danneggiare sia la flora che la fauna sommerse, danneggiando un sistema prezioso e raro.