Oggi, ai gazebo Admo in Piazzale Tecchio, nel quartiere di Furorigrotta, decine e decine di napoletani si sono presentati per sottoporsi al test del tampone salivare per verificare la compatibilità con Diana, affetta da una patologia rara. Nei giorni scorsi Michele Bisceglia, padre della piccola di 6 anni, ha lanciato l’appello sui giornali e sui social, al fine di trovare un donatore di midollo osseo per la bimba.

Davvero tanti i giovani tra i 18 ed i 35 anni che si sono presentati.

Tra i potenziali donatori anche ragazzi dello staff delle Universiadi giunti dal vicino quartier generale situato nella Mostra d’Oltremare.

Come sempre, a Napoli, anche sta volta, la solidarietà ha trionfato!