la sera Corso Garibaldi è comunque illuminata da vetrine e nenon di negozi. Passata l’ora in cui le auto sono padrone di questa lunga strada, nel silenzio e nel buoi serale è possibile vivere esperienze inquietanti.

D’improvviso è possibile veder penzolare da una delle finestre di un normale condominio, la testa di uomo. Questo è ciò che succede e che testimoniano, da secoli ormai, tutte le persone che abitano ed hanno abitato quel palazzo.

Ai più è noto come il fantasma dello spagnolo o dell’impiccato, o cona la testa mozzata continua a terrorizzare gli inquilini del palazzo.

in questo edificio nei pressi di Porta Nolana che in origine era una caserma, si raccponta che questa presenza, quando era in vita fosse un soldato brutalmente impiccato probabilmente dal popolo napoletano in una delle rivolte durante il periodo del viceregno spagnolo (1503 – 1707).

Gli abitanti condomini iniziano a sentire i passi risuonare ed echeggiare dalla tromba delle scale, poi esso si materializza con il copro ma senza testa, e sale escende i gradini, spaventando chi lo incontra.

Si dice che in alcuni giorni poi si vede ruzzolare la testa mozzata giù per i gradini, specialmente di sera oppure può capitare che la testa si vede da una delle finestre a penzoloni senza il corpo, come mossa da un filo invisibile.

A pochi passi dalla porta fu eretta nel XV secolo da Giuliano da Maiano in sostitutzione di quella di Forcella (ubicata più dietro) che veniva chiamata prima Porta del Cannavaro.

Tanta fu la zona pervasa di fascino per le antiche e passate storie spettrali, forse perchè vi era la caserma militare, vi era il luogo dellerivolte, vi era un luogo per la lebbra e dalle mura esterne venivano gettati corpi… oggi è uno dei luoghi più affascinanti per il mistero spettrale del folclore partenope. Di conseguenza quando nsi chiede dove si trova il palazzo dell’Impiccato, tutti lo conoscono ma nessuno vorrebbe abitarci!

fonte ph dell’impiccato: mondadoristore.it

fonte ph di Porta Nolana: identità insorgenti