L’osservatorio cileno ALMA, di recente, è riuscito ad individuare una galassia simile alla nostra, formatasi, all’incirca, 1,5 miliardi di anni dopo il Big Bang, in un periodo nel quale l’universo era ancora molto giovane.

Ribattezzata con il nome DLA0817g – e soprannominata “Wolfe Disk” – si presenta con una struttura a disco rotante, ricca di gas e con una massa che è circa 72 miliardi di volte quella del nostro Sole; per poter riuscire ad ammirarla, l’Aracama Large Millimeter ha dovuto superare l’enorme distanza di 12,5 miliardi di anni luce, compiendo un vero e proprio viaggio nel tempo, che ha permesso di ammirare il suo antico aspetto.

Al contrario delle galassie a disco rotante, presenti nell’universo, “Wolfe Disk” – chiamata così in onore di Arthur M. Wolfe, astronomo famoso per le sue scoperte in ambito stellare – è molto più grande e antica, risalente alla nascita dell’universo, avvenuto 13,8 miliardi di anni fa.

Infatti, le galassie nate durante le prime fasi dell’Universo si sono generate con una fusione frequente e disordinata a caldo, che ha impedito di formare dischi ben ordinati e rotanti, come quelli del nostro attuale Universo, che risalgono a 4-6 miliardi di anni dopo il Big Bang e che si sono raffreddati, diventando dei veri e propri dischi rotanti più ordinati.

Le galassie, normalmente, mostrano un disco ben formato solo dopo 6 miliardi di anni dal Big Bang; aver individuato una galassia a disco rotante solo al 10% della sua età permette la comprensione dell’esistenza di altri processi di crescita, come quello dell’accrescimento costante di gas freddo.

Grazie alle simulazioni dei supercomputer, si è potuto dimostrare come un’enorme rete di materia oscura nell’universo primordiale possa aver facilitato la formazione di galassie, attraverso l’espansione di “filamenti” generati da gas freddi e l’accumulo in grandi galassie a dischi ordinati.

Solo con l’osservazione della luce di galassie distanti, chiamate quasar, il team dell’ALMA ha individuato come una di esse era riuscita a passare attraverso una regione ricca di idrogeno, mostrando similitudini con la galassia Wolfe Disk.