Il prossimo trenta settembre, a Roma, si terrà la cerimonia di premiazione per la migliore serie tv per l’anno 2021. Insieme alle due favorite, ”Speravo de morì prima” e “Suburra”, con un grande successo di critica e pubblico, Il Commissario Ricciardi si piazza tra i favoriti.

Il serial, ispirato agli omonimi libri di Maurizio De Giovanni, straordinario e sentito omaggio alla Napoli antica, retrò e decadente, diretta dal bravo Alessandro d’Alatri e interpretata da un protagonista d’eccezione, il malinconico Lino Guanciale, entra giustamente nella rosa dei potenziali vincitori del Globo d’Oro le migliori opere televisive e filmiche italiane.

Quest’anno, la sessantunesima edizione del prestigioso premio, organizzato dall’Associazione Stampa Estera in Italia per premiare il valore e il merito di registi, attori, attrici e produttori, si prospetta più competitivo ed infuocato degli ultimi anni, grazie a un tris di produzioni di alto livello, estremamente apprezzate dal pubblico ed osannate dalla critica specializzata.

 

Fonte foto: paesesud.it