Si è conclusa martedì sera la premiazione 50 Top Pizza edizione 2019, che ha l’obiettivo di creare una vera e propria mappatura globale della pizza di qualità. Alla sua terza edizione, nel continente europeo spiccano numerose pizzerie e di conseguenza i migliori 50 locali dove consumare uno dei prodotti più famosi al mondo. Con grande soddisfazione tra i premiati tantissime pizzerie di napoletani sparsi per il vecchio continente: Inghilterra (a quota 10), Francia (8) e Germania (5) sono risultati essere i Paesi con il maggior numero di locali inseriti in classifica, che vede comunque rappresentate ben 23 diverse nazioni.

Un lungo elenco che vede gareggiare realtà presenti nel mondo intero, a testimonianza di quanto sia celebre e amato lo stile classico napoletano, capostipite di tutte le altre scuole.

Ma tantissimi anche i premi speciali, e tra questi Targa al Merito per l’Associazionismo 2019, che viene dato all’Associazione Gruppo La Piccola Napoli GPN.

A ritirate il premi il Presidente dell’Assocazione Paco Linus, il vicePresidente Enzo Fiore, Pasquale Anacleria, Alfonso Saviello e Massimo De Simone. Il Presidente conferma l’onore e la soddisfazione: “Ringrazio ancora tutti, e vorrei condividere quest’altro premio raggiunto dall’associazione GPN insieme a tutti voi. Piccola, ma con ancora tanti traguardi da raggiungere. Un premio che ci sprona e ci fa capire che ormai per il mondo pizza siamo un’impronta seguita in tutto il mondo”.

Saranno invece svelate nel corso di una speciale serata a New York, il 27 giugno, le candidature riguardanti la Migliore pizzeria in Sud America e la Migliore Pizzeria in Brasile, nonché la classifica di 50 Top Nord America, altra importante novità del 2019.

Quest’anno”, sottolineano i tre curatori del progetto editoriale, Barbara Guerra, Luciano Pignataro e Albert Sapere, “abbiamo deciso di moltiplicare gli sforzi con l’intento di dare ai lettori, e ai consumatori, una guida sempre più esaustiva e completa, con un raggio d’azione quanto mai ampio. La pizza è un fenomeno globale che, senza rinunciare mai alla sua anima popolare, sta compiendo un’importante crescita in termini qualitativi”.

Insomma, la Pizza regina per l’ennesima serata incorona i suoi baldi cavalieri in tutto il mondo e in tutta Italia, così come l’Associazione GPN, che in questo anno ha messo in campo idee e progetti, realizzati e da realizzare, come promozione sociale, manifestazioni di raccolta fondi, e la valorizzazione della piazza in tutte le città italiane.

Quindi non poteva che non rientrare con merito nella premiazione tra le 50 Top Pizzerie, anzi in questo caso sono una “realtà” che raccoglie la fatica e la passione di numerose pizzerie napoletane e campane, per un solo scopo l’Amore per la Pizza e l’Arte culinaria Napoletana.