Costipazioni, influenza, mal di gola e febbre annunciano la fine dell’autunno e l’arrivo dei malanni da freddo tipicamente invernali: è il momento giusto per utilizzare un rimedio naturale noto da secoli per la sua efficacia nel combattere il raffreddore.

Si tratta del genepì, una pianta aromatica che cresce nelle zone alpine e appenniniche, famosa soprattutto in Piemonte e Valle D’Aosta per il liquore che se ne ottiene, ricco di molte virtù; ma in realtà ancora più preziosa per le sue capacità curative, in particolare dell’apparato respiratorio.

Le sue proprietà sono fondamentalmente legate ai suoi principi amari: i suoi estratti si rivelano un balsamo davvero efficace per la tosse, la bronchite e diverse forme asmatiche. Inoltre sono assai indicati per favorire l’aumento della sudorazione e abbassare la febbre. Durante l’autunno bisogna tenerla presente come alternativa validissima ai farmaci di sintesi.

Per curare le affezioni respiratorie, invece di buttar giù le solite pillole, abituiamoci a berne l’infuso che è anche un rimedio eccellente per aiutare la digestione: questa pianta è ricca di oli essenziali, tra cui un componente molto raro in altre specie vegetali, il cineolo, un ossido terpenico che si rivela utile per stimolare il buon funzionamento dell’apparato gastro-intestinale.

Un tempo i montanari la aggiungevano alla grappa per alleviare il cosiddetto “mal di montagna”, cioè un rallentamento della digestione provocato dalle eccessive altitudini e dal freddo. Tra l’altro, oltre a tonificare lo stomaco, risolve il problema della flatulenza.

Come si utilizza

– In infuso: durante l’influenza o se soffri di bronchite, per dieci giorni poni tre grammi di sommità fiorite in un pentolino di acqua bollente e attendi cinque minuti. Filtra e bevi a fine pasto, dolcificando con un poco di miele.

– In tintura: procurati in erboristeria la tintura madre e, in caso di costipazione gastrointestinale, assumine mezzo cucchiaino dopo pranzo e dopo cena, per una settimana.

 

Fonte articolo & foto: https://casabenessere.wordpress.com/2013/11/25/genepi-la-pianticella-montana-che-nasconde-un-tesoro, 25 novembre 2013