Ad onorare il principe Raimondo di Sangro in occasione dei 250 anni dalla sua morte, sono Gabriele Tinti, con la sua poesia, ed il regista e attore Abel Ferrara.

La video performance che si chiama Laments, verrà trasmessa sulla pagina Facebook del Museo Cappella Sansevero il 18 maggio dalle ore 12,00 in occasione della Giornata Internazionale dei Musei. Il poeta Gabriele Tinti si è ispirato all’opera Cristo Velato, meraviglioso capolavoro di Giuseppe Sammartino, commissionato dal principe stesso, e le sue parole verranno lette dall’artista newyorkese molto legato a Napoli, rendendo così omaggio anche a quest’ultimo.

Per l’occasione Tinti si è ispirato alle lamentazioni funebri che sin dall’antichità assumevano la dimensione di performance teatrale nelle sacre cerimonie. Nei giorni successivi sarà possibile vedere il video sui profili Social del Museo. L’evento rientra nel progetto sempre del poeta, intitolato Rovine, che prevede una serie di letture recitate di fronte alla statuaria classica ed alla pittura rinascimentale nei vari musei del mondo.

Fabrizio Masucci, presidente del Museo Cappella Sansevero, sottolinea che questo è un anno speciale e che è doveroso a distanza di due secoli e mezzo ricordare il settimo Principe di Sansevero, proprio laddove milioni di visitatori negli ultimi anni sono venuti ad ammirare la cappella ed il capolavoro assoluto della stessa, ovvero il Cristo Velato, senza contare tutti gli ammiratori del principe stesso quale inventore, Gran Maestro della Massoneria, ed intellettuale fuori dagli schemi, che lo spingeva a sondare e superare la natura con i suoi esperimenti.
Diversi eventi on-line sono partiti già da marzo, ma in estate si terrà un weekend di celebrazioni a Torremaggiore, città natale del Principe.

 

Fonte foto: commons.wikimedia.org/