Gli agenti del reparto Tutela Ambiente, coadiuvati dal personale della sovrintendenza di Roma, hanno fatto una terribile scoperta in queste ore, nelle condotte interrate dell’Acqua Vergine, posizionate nei sotterranei che portano alla Fontana di Trevi.

Quintali di calcinacci, barattoli di vernice e residui edili sono stati ritrovati ammassati all’interno dei resti archeologici, che sono stati non solo trasformati in una discarica, ma anche messi in pericolo di rovinarsi e deteriorarsi.

I sospetti, al momento, sono legati al mondo dei cantieri edili, per via della presenza, nella zona, di alcuni di essi, e che potrebbero aver approfittato per eliminare i residui loro avanzati senza dover spendere tempo e denaro per farlo.