Un messaggio contemporaneo, è questo che il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha voluto lanciare con l’opera del designer Gaetano Pesce la “maestra sofferente”,  un’installazione di 8 m collocata in Piazza Duomo in vista del salone del mobile che si terrà a Milano.

La struttura ha destato la curiosità e lo stupore di migliaia di turisti, soprattutto se si tiene presente che è stata realizzata da Pesce 50 anni fa e raffigura un corpo femminile infilzato da centinaia di frecce. Chiaramente una metafora della violenza sulle donne e lo stesso sindaco sottolinea quanto a distanza di 50 anni sia assolutamente attuale.

L’opera del designer internazionale ha lo scopo di continuare a far parlare degli abusi che quotidianamente vengono subiti da molte donne, e che spesso degenerano in femminicidio.

Alla vigilia di apertura del salone del mobile, al taglio del nastro era presente lo stesso l’artista, che ha realizzato opere esposte in diversi musei del mondo, dal Met di New York al Victoria and Albert Museum di Londra, fino al Centre Pompidou di Parigi che gli ha dedicato una mostra nel 1996.