Ieri una donna di 63 anni ha fatto un volo di circa 3 metri cadendo in un ruscello mentre stava attraversando un sentiero escursionistico nella Valle delle Ferriere di Gragnano. La signora, un’insegnante di educazione fisica in pensione, è inciampata, rimanendo sul posto per circa un’ora, nonostante non fosse sola ma in compagnia di un gruppo di amici.

Due compagni della donna hanno dovuto raggiungere l’oasi delle Ferriere per chiedere aiuto, perché la zona non è coperta da segnale per consentire di utilizzare i cellulari. A giungere sul posto per prestare i primi soccorsi, sono stati due volontari dell’Anpas. L’allarme è arrivato al 118 che ha allertato il Soccorso Alpino e Speleologico della Campania, la Protezione Civile Millennium (che ha un presidio nella riserva) e l’elisoccorso che, insieme alla squadra territoriale del Cnsas, ha avuto grosse difficoltà prima di individuare il gruppo di escursionisti. Non senza grossi ostacoli, due medici sono scesi nel burrone e solo dopo cinque tentativi, i soccorritori sono riusciti a tirare su la donna, così da trasportarla all’ospedale Ruggi di Salerno. Qui hanno riscontrato polifratture agli arti e alle anche.