La cerimonia di apertura dell’Universiade 2019 a Napoli e in Campania si è svolta allo Stadio San Paolo. E’ stata una serata bellissima con tantissimi ospiti d’eccezione: dal presidente della repubblica Mattarella al Sindaco De Magistris al presidente della regione Campania De Luca. La cerimonia è stata trasmessa in mondovisione, ideata e prodotta da Balich Worldwide Shows, con tanti anni di esperienza nel settore ed il cui team creativo ha realizzato circa 20 Cerimonie Olimpiche, oltre all’Albero della Vita di Expo Milano 2015 e tanto altro. La U nello stadio ha rappresentato l’abbraccio che accoglierà in questi giorni migliaia di atleti. Mariafelicia Carraturo, apneista profondista partenopea record del mondo, ha rappresentato simbolicamente una moderna Partenope, una sirena che racconta il mito della città.

Come sfondo della manifestazione è stato in scena un Vesuvio tecnologico e tridimensionale con luci e led colorati ed il Golfo con una grande onda, sempre a riprodurre il mito di Partenope. Si sono esibiti sul palco Malika Ayane e Bebe Vio, campionessa paralimpica. E quindi la musica di Anastasio, il rapper di 22 anni che ha vinto l’ultima edizione di X-Factor e che ha accompagnato l’accensione del fuoco della conoscenza. Gli atleti di judo, tra cui Pino Maddaloni, invece, si sono esibiti ricreando le varie discipline sportive che vedremo in questi giorni durante l’Universiade. Uno spettacolo meraviglioso che ha mostrato al mondo quanto Napoli e l’Italia siano propensi e capaci di promuovere cultura attraverso lo sport. Una serata dal profumo di eccellenza, tutto ha funzionato alla perfezione… anche i fischi per l’aspetto politico, non per le persone (De Magistris e De Luca) della manifestazione. A testimoniare ciò, proprio il fatto che i due protagonisti sono stati, poi, abbracciati da un pubblico in festa. Come dire: “lasciamo da parte propagande politiche e diamo spazio all’umanità che un evento del genere porta dentro”. Assisteremo in questi giorni a gare che coinvolgeranno tutta la regione. Le gare verranno disputate nelle strutture presenti a Benevento, Salerno, Avellino e Caserta. Ognuno darà l’apporto che il territorio e gli impianti suggeriscono. Un surplus di bene che necessita in questo periodo. Un abbraccio Berniniano che rasserena gli animi di chiunque.