Magistrale intervento della Guardia di finanza di Napoli, che in sede di controlli ha scoperto oltre 700 persone che avevano ottenuto indebitamente il “Bonus spesa Covid- 19”, per aver dichiarato, diversamente dal vero, di trovarsi in condizioni di difficoltà economica o di indigenza tali da non poter comprare generi alimentari e di prima necessità.

Tra di loro anche congiunti di esponenti della criminalità organizzata. Numerose le sanzioni amministrative irrogate per indebita percezione di erogazioni pubbliche, per oltre 250.000 euro e sono stati segnalati i trasgressori agli Enti Comunali.

Sono state avviate le procedure per il recupero delle somme indebitamente percepite.