Terni: trovato senza vita il corpicino di un neonato nel parcheggio di un supermercato.

E’ questo l’ennesimo caso del ritrovamento di un bambino senza vita e: “Stando alle prime risultanze, la tristissima vicenda sembra essere connessa agli ambienti del degrado e della povertà, anche legati alla tossicodipendenza“, è quanto dichiarato dall’assessore comunale al Welfare, Marco Celestino Cecconi, in una nota ufficiale del comune in merito al ritrovamento del piccolo. “In attesa degli approfondimenti e dei risultati investigativi, una prima cosa comunque va detta – spiega – in quanto elemento che contraddistingue gli indirizzi di questa amministrazione comunale. Nella lotta alle tossicodipendenze, una vera e propria emergenza anche nella nostra città, non si può solo attendere che chi ha problemi in tal senso si rivolga alle strutture del Sert. Occorrono anche dei presidi mobili, con operatori specializzati, che vadano a contattare chi fa uso di sostanze, affinché siano prospettate alternative, percorsi di recupero, affinché ci sia un richiamo ad un’altra vita, decisamente più incentrata sul rispetto della propria persona”.

Il Sert, è il Servizio per le tossicodipendenze, che nel caso di Terni già nel 2017, dopo aver trovato collocazione nella sede dell’Usl, era stato trasferito in altro complesso, così da evitare che i tossicodipendenti costretti ad assumere metadone si introducessero nelle sale per bucarsi.  La nuova struttura non presenta immobili destinati alle residenze ma solo agli uffici, senza contare nei dintorni la presenza delle forze dell’ordine, così da garantire il controllo del territorio oltre che fungere da deterrente per qualsiasi malintenzionato.

Le parole dell’assessore Cecconi sono chiare e così il suo pensiero in merito ad un intervento che punti al recupero di chi, caduto nella spirale della droga, desideri venirne fuori, percorrendo una via diversa da quella intrapresa che porta all’annientamento della persona fisica oltre che alla morte dell’intelletto e dell’anima.

Nel frattempo sono state avviate le indagini in merito alla tragica morte del neonato, su cui solamente un’attenta autopsia potrà fare luce.