Ancora Marte, con nuovi misteriosi antichi reperti fotografati dai rover Curiosity e Opportunity, insieme a testimonianze di una antica civiltà marziana scomparsa. Questa volta una foto di Curiosity è finita sotto l’attenzione di studiosi e ufologi perché mostrerebbe le rovine di una antica statua sumera! Naturalmente la Nasa non dice nulla, si limita ad ignorare queste ipotetiche scoperte su Marte in quanto è in possesso delle foto originali dei rover e le gestisce a suo piacimento occultando o manomettendo quelle che ritiene più “compromettenti”.

Dopo le scoperte ufficiali dell’acqua, dei picchi di azoto e metano, biologicamente utili per la vita, e di una rarefatta atmosfera, residuo della preesistente, ci troviamo di fronte ad altre strane scoperte, altre foto passate a setaccio da quelli che credono fermamente in un mondo popolato in tempi remoti. In precedenza si è parlato e mostrato le immagini delle “cupole” avvistate nel cratere Gale e delle strutture semisepolte sulla sua superficie, scoperte esaminando minuziosamente le foto ingrandite dei rover, l’ultima foto è quella dei resti di una misteriosa testa di statua che sembrerebbe proprio di origine sumera, mostrerebbe occhi, naso, bocca e la tipica barba a forma di cono.

Possibile che i Sumeri siano stati su Marte? Tale possibilità è da escludere, ma c’è la  possibile esistenza di un antico popolo che ha dominato anche la Terra: gli Anunnaki e, secondo antiche tavolette sumere e miti babilonesi tradotte diverso tempo fa, sul Pianeta Rosso esisteva la vita ed una evoluta civiltà che è stata spazzata via da un terribile cataclisma, probabilmente un impatto di una cometa o asteroide.

La scoperta di questa misteriosa statua, simile a quelle che si trovano nell’antica Mesopotamia, starebbe a testimoniare la presenza di una civiltà che ha abitato contemporaneamente i due pianeti, e che secondo le tavolette sumere, sarebbe quella degli Dei dello spazio, gli abitanti del mitico Nibiru, gli Anunnaki.

Questa teoria potrebbe essere sostenuta dal fatto che i Sumeri avevano una serie di miti su Marte, tra cui quello che gli Anunnaki avevano colonizzato e utilizzato il pianeta come base e “punto di collegamento” con la Terra; quindi, se questi Dei venuti dal cielo, in realtà hanno colonizzato il Pianeta Rosso nel passato, c’è la possibilità di trovarvi oggi delle antiche strutture costruite da loro, ma anche la Luna sarebbe stata una colonia aliena ed anche lì si trovano antiche rovine a testimonianza, come piramidi, colonne, statue, costruzioni, cupole, tutti antichi reperti che rappresentano prove inconfutabili dell’esistenza di esseri extraterrestri. La Nasa probabilmente ha prove ben più importanti ma continua a nascondere la verità, forse perché crede che i terrestri non sono ancora pronti per sconvolgere tutte le proprie credenze e certezze, anche religiose.

Fonte articolo & foto: Roccoblogger, https://telodiciamonoisevuoi.altervista.org/2015/12/30/marte-nuova-foto-mostrerebbe-antica-statua-sumera, 30 dicembre 2015