Mario Draghi ha fatto un chiaro invito ai turisti stranieri per soggiornare in Italia, e questo ha motivato molto i sorrentini che hanno lanciato un’iniziativa che partirà il 7 ottobre: Il “Sorrento Gnocchi Day”. Quest’evento permetterà un’interazione e partecipazione attiva di più settori, ovvero turismo, accoglienza ed il settore gastronomico.

Durante lo svolgimento di quest’invitante iniziativa saranno presenti nella città del Tasso anche chef, cuochi italiani e stranieri, che proveranno idealmente a darsi appuntamento. La notizia è arrivata un po’ di mesi prima per far sì che coloro che vi prenderanno parte potranno creare nuove ricette e soprattutto si potrà offrire ai turisti un “pacchetto gastronomico” che vede come meta Sorrento, un soggiorno magico con panorami mozzafiato, un mare splendido e piatti da leccarsi i baffi.

Nei ristoranti dal 7 al 10 ottobre, sarà servito questo piatto di gnocchi che ha la sua ricetta classica conosciuta in tutto il mondo: patate, farina, uova, fiordilatte, olio extra vergine d’oliva e un buon sugo di pomodori partenopeo.

Colui che ha pensato di istituire questo progetto culinario è Carmen Davolo della Dieffe che, con lo chef Vincenzo Guarino, e lo chef Peppe Aversa, de “Il Buco” di Sorrento, faranno un lavoro di squadra per far sì che il “Sorrento Gnocchi Day” possa essere un’iniziativa entusiasmante e di grande festa.

Molti sono stati i locali che hanno deciso di prenderne parte, tra cui Mario Affinita del “Don Geppi” di Sant’Agnello, Lino Scarallo di “Palazzo Petrucci” di Napoli, Giuseppe Guida dell'”Antica Osteria di Nonna Rosa” di Vico Equense, Paolo Barrale del ristorante “Aria” di Napoli e Nino Di Costano con il suo bistellato “Danì Maison” di Ischia.

Che questo possa essere un maggior stimolo da parte dei ristoratori e non solo, per far ripartire le attività nel modo migliore.