Già espressi alcuni verdetti importanti

Il campionato di serie B ha espresso gran parte dei suoi verdetti. Alcuni assolutamente inaspettati almeno secondo le previsioni di avvio. A parte il Brescia che rientrava di diritto nel gruppo delle accreditate alla promozione, il Lecce ha stupito tutti, tifosi e non. Non ce ne vogliano i tifosi salentini, ma dopo la promozione dalla serie C alla B, non ci si aspettava che facesse questo balzo clamoroso. Anche se già era successo al Benevento due anni fa. Le sorprese sono venute sicuramente dalla delusione del Verona che è crollato nel girone di ritorno e, in zona retrocessione, dalla Salernitana che si gioca addirittura la permanenza in serie B nello scontro con il Venezia. Per quanto riguarda le altre squadre, forse avrebbe potuto dare qualcosa in più il Benevento. Dotato di una rosa notevole, non ha saputo sfruttare alcune clamorose occasioni avute durante il campionato per poter rimanere nella zona caldissima della classifica e, invece, si è trovata con sconfitte clamorose che hanno fatto vacillare (più volte) la panchina di mister Bucchi. Nella partita con il Brescia il Benevento ha dimostrato quanto valesse. Certo in una partita in cui la capolista, già con la promozione assicurata, poteva tirare i remi in barca, invece si è assistito ad uno spettacolo tiratissimo e con la vittoria finale dei sanniti. Quando l’orgoglio e lo spirito sportivo prendono il sopravvento su calcoli e programmi si assiste a partite di ottimo livello.

Alla fine della partita mister Bucchi si è espresso così: “Vincere e chiudere con 60 punti credo che sia stato importante ma i miglioramenti in fase difensiva che mi attendevo e che volevo vedere sul campo, non c’è stato. Sfida difficile per noi sia per il valore dell’avversario, sia per le tantissime assenze sia a livello fisico sia a livello precauzionale per i sette diffidati. Ora non ci resta che recuperare le energie fisiche e mentali e poi giocarci questi benedetti Play Off alla morte, senza nessun risparmio. Armenteros l’ho sempre definito un geniale, deve solo migliorare nella fase di quando si trova a tu per tu con il portiere: deve essere più freddo. Lui e Coda deve essere portati alle sfide decisive nelle migliori condizioni possibili. Altro aspetto da migliorare è quando dobbiamo fare noi la gara contro avversari chiusi, oggi abbiamo assistito ad una bella partita perché entrambe giocavano per vincere e in questi frangenti esce fuori la qualità e le giocate tecniche dei miei ragazzi. Quella appena trascorsa è stata per me una stagione abbastanza positiva in quanto abbiamo rimesso a posto tanti tasselli, ricreato uno spirito di squadra condito da un bel gioco negli ultimi mesi”.

Ora cominceranno i play off e le squadre si preparano da subito per un mini campionato. Benevento e Palermo eviteranno i preliminari; poi, come riportato qui di seguito, si disputeranno gli incontri per la promozione in serie A di una sola squadra che andrà a fare compagnia al Brescia e al Lecce.

Queste le date dei playoff:

Turno preliminare (gara unica)

Domenica 3 giugno 2018 – ore 18.30 (6a vs 7a)
Domenica 3 giugno 2018 – ore 21 (5a vs 8a)

Semifinali (andata e ritorno)
Mercoledì 6 giugno 2018 – ore 18.30 (6a o 7a vs 3a)
Mercoledì 6 giugno 2018 – ore 21 (5a o 8a vs 4a)
Domenica 10 giugno 2018 – ore 18.30 (4a vs 5a o 8a)
Domenica 10 giugno 2018 – ore 21 (3a vs 6a o 7a)

Finale (andata e ritorno)
Giovedì 13 giugno 2018 – ore 20.30
Sabato 16 giugno 2018 – ore 20.30