Eccezionale ritrovamento a Roma. Per quasi 900 anni un grande affresco medievale è rimasto nascosto in un’intercapedine nella chiesa di Sant’Alessio all’Aventino. 

Claudia Viggiani, la ricercatrice che ha fatto la scoperta, spiega all’Ansa: “Un ritrovamento assolutamente eccezionale, anche per l’iconografia rarissima dei due personaggi che si riconoscono nella parte del dipinto al momento visibile, con tutta probabilità Sant’ Alessio e il Cristo pellegrino. Tutto è partito durante una ricerca d’archivio“.

La grande curiosità della studiosa l’ha portata ad interessarsi ad una lettera scritta nel 1965 dall’Ufficio speciale del Genio Civile del Lazio, nella quale si parla di “un affresco in ottimo stato di conservazione” casualmente rinvenuto durante i lavori per il consolidamento di una torre campanaria. Nella lettera non veniva menzionata la chiesa. “C’è voluto un po’, ma alla fine l’ho trovato“, sorride soddisfatta la Viggiani.

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, su Instagram scrive: “Roma non finisce mai di stupire. Ritrovato affresco medievale del 1.100 rimasto nascosto per 900 anni in un’intercapedine nella chiesa di Sant’Alessio all’Aventino. Complimenti per questa scoperta e ringrazio tutti coloro che tutelano il nostro patrimonio storico e artistico“.