I quarti di finale della Coppa Italia di calcio hanno riservato non poche sorprese. Sicuramente ha fatto scalpore l’eliminazione della Juventus ad opera di un’Atalanta straordinariamente caricata dall’ottimo Gasperini. Il mister bergamasco è riuscito, e non è la prima volta, a mettere in evidenza le lacune di una formazione accreditata come la Juve. Si può, come si è fatto, ricorrere alle più svariate giustificazioni addossando le colpe alle assenze di una difesa rocciosa come quella formata da Chiellini, Bonucci & company. Ma il dato di fatto è che in ogni settore l’Atalanta ha mostrato superiorità. Il rigenerato Duvan Zapata è stato praticamente indomabile; così come sta facendo nel campionato mettendo in crisi qualsiasi difesa.

Negli altri incontri forse l’unica vera sorpresa è stata la clamorosa vittoria per 7 a 1 della Fiorentina nei confronti della Roma. L’espulsione di Dzeko nel corso della partita ha ulteriormente aggravato la pessima prestazione di una squadra giallorossa già in crisi non solo nella serata ma in un periodo in cui la squadra sta precipitando settimana dopo settimana. La vittoria del Milan contro il Napoli ha evidenziato non solo la grande prestazione di Piatek nuovo arrivato ma soprattutto il buon lavoro che mister Gattuso sta facendo a Milanello con una compagine in via di ristrutturazione. Un lavoro che ha messo a proprio agio giocatori in iniziale difficoltà come Bakayoko, Castillejo, Musacchio. Piatek, dal canto suo, ha mostrato qualità eccelse, idonee al gioco dei rossoneri e dato sollievo a chi non credeva che potesse sostituire un giocatore del calibro di Higuain.

Nell’ultimo quarto di finale la Lazio di mister Inzaghi ha avuto la meglio nei confronti di un’Inter ancora non inquadrata nel gioco da parte di mister Spalletti. I problemi di Nainggolan e di Perisic suggeriscono pensieri poco gradevoli nei confronti di una società anch’essa in via di trasformazione. Certo è che il gioco espresso dall’Inter in questo primo scorcio di campionato non ha entusiasmato nessuno, compreso i tanti tifosi che cominciano a dare segnali di insofferenza.

Alla fine dei quarti le sentenze sono state, quindi, queste: il Milan incontrerà la Lazio e la Fiorentina sfiderà i neroazzurri atalantini. In prossimità della ripresa delle coppe europee inizia a riscaldarsi il motore del campionato con i diversi fronti sui quali le sorti delle squadre andranno delinearsi. E c’è già chi pensa al prossimo campionato.