La Protezione Civile ha emanato l’allerta arancione Veneto, Emilia-Romagna e Calabria per via dell’anormale circolazione depressionaria che continua a svilupparsi lungo l’area tirrenica, colpendo maggiormente le zone centro-meridionali.

Si prepara a scatenarsi un nuovo sistema perturbato nord-atlantico che dovrebbe provocare un peggioramento delle piogge e dei fenomeni temporaleschi, con rischio di enormi masse d’acqua che potrebbero scatenarsi senza alcun controllo.

Si prevede un’allerta gialla su Veneto e Lombardia, oltre che su Umbria, Abruzzo, Lazio, Campania, Molise e in gran parte dei territori delle Marche e della Basilicata, destinate a potenziali rovesci dall’effetto devastante in ogni senso.