I tifosi del Bologna si stringono attorno al mister Sinisa Mihajlovic, che si sta sottoponendo in questi giorni al trattamento chemioterapico per curare la leucemia di cui ha scoperto di essere affetto da qualche settimana. Centinaia di sostenitori rossoblu hanno dato vita a un pellegrinaggio al Santuario della Madonna di San Luca. Molti supporter hanno partecipato alla Messa celebrata da Don Vittorio Fortini durante la quale è stato espresso un messaggio di vicinanza all’allenatore serbo e a quanti si trovano nelle sue stesse condizioni.

Salutati i tifosi come “mondo dello sport” da don Vittorio Fortini, all’inizio della funzione, è al momento della preghiera dei fedeli però che gli organizzatori hanno rivolto il loro pensiero a Mihajlovic e a tutti i malati come lui. “Per la guarigione di tutte le persone malate nello spirito e nel corpo, e in particolare per il mister Sinisa; fa, O Padre, che con fiducia, speranza e coraggio accettino la Tua Volontà che premia sempre, qui ora e in eterno. Noi ti preghiamo”.

Prima della funzione religiosa è stato steso lo striscione “Sinisa c’è” nel portico del Santuario. Ad organizzare tutto è stato Damiano Matteucci, tifoso della squadra emiliana: “Non mi aspettavo una risposta simile, Il nostro messaggio è arrivato a tutta Bologna. A Mihajlovic e a tutti i malati come lui va il nostro sostegno morale e spirituale”.

Non c’è molto da aggiungere. Un gesto bellissimo per una bellissima persona. Un gesto che riapre le speranze verso un mondo, quello del calcio, etichettato troppo spesso come un mondo corrotto. La testimonianza delle migliaia di persone che si sono strette attorno alla famiglia di Mihajlovic ha suscitato non solo grandi emozioni ma la convinzione che c’è ancora del buono in questo mondo, che prima dell’aspetto calcistico, dell’aspetto sportivo o di qualsiasi altro evento c’è la convinzione che l’uomo da solo non può farcela; che la preghiera espressa da ciascuno di noi è la forma suprema di riconoscimento che ognuno ha bisogno di un oltre a cui rivolgersi. Un’apertura così semplice, un realismo così evidente non si è visto negli ultimi tempi.