Sintomi di una fattura o una maledizione

Quando si applica una maledizione su qualcuno, se dio lo consente, la forza del male viene rilasciata in modo che agisca rispettando il disegno.
E fino alla rottura della maledizione, i demoni continueranno a operare nella vita della persona maledetta.
E possono persino continuare a farlo nelle generazioni successive.
Quindi una maledizione non è qualcosa di banale che necessariamente va via da sola pregando o andando a messa.
Ma è necessario per rompere l’incantesimo.
Molte persone lottano contro mali inspiegabili e ricorrenti e dovrebbero chiedere a dio di rivelare loro se sono sotto l’influenza di una maledizione.
E poi cercare specifici metodi di rilascio.
Tutti conosciamo persone molto devote, anche la messa quotidiana, che attraversano innumerevoli difficoltà.
Provano diversi metodi di soluzione per i loro problemi, ma questi persistono.
E poi arrivano alla conclusione che è la volontà di dio per le loro vite.
Ma forse dovrebbero considerare la possibilità della presenza di una maledizione nelle loro vite.
Pertanto, è necessario chiedere a dio se stanno affrontando una maledizione o meno, e indirizzarli verso la rottura della maledizione.
dio può comunicare il suo messaggio attraverso sogni o altre persone o cose che gli accadono, mostrandogli la presenza o l’assenza della maledizione e l’oggetto attraverso il quale la maledizione viene eseguita alla fine.
Solo allora la persona sofferente può essere sicura della diagnosi vera e propria.
Ma anche i problemi persistenti possono arrivare a atti riprovevoli della propria persona.
Può essere peccato, offesa o torto fatto nel passato o addirittura attivo nel presente.
Nel capitolo 7 del libro di giosuè nella Bibbia mostra il caso della sconfitta di Israele prima della piccola città di Hai dopo aver vinto a Gerico.
Quando chiesero a dio perché erano stati sconfitti, dio disse loro che c’era una maledizione.
Perché Acan aveva portato al campo le cose maledette di Gerico contro le istruzioni di dio.
Ed è per questo che la protezione di dio è stata loro tolta.
L’insegnamento è che, per riconoscere se c’è una maledizione che agisce su una persona che soffre di problemi continui, dovrebbe esaminare in dettaglio la sua vita e il suo lignaggio.
Le maledizioni possono presentare diversi sintomi ricorrenti.
Malattie fisiche o mentali, emotivi o problemi comportamentali che sfidano il trattamento.
Può anche essere la persistenza della povertà e la mancanza di risultati, nonostante l’impegno profuso per risolverli.
Paure, dipendenze, pensieri suicidi, incidenti ripetuti.
Incapacità di mantenere una relazione o di trovare un partner o di avere un figlio.
Sicuramente puoi menzionarne molti altri.
Quando dio ti risponde nei sogni, di solito lo fa simbolicamente.
Ad esempio, mostrando ostacoli per attraversare un fiume o per andare da un posto all’altro.
Può mostrarti che sei perso e senza scopo in una giungla o in una città. Camminare o nuotare permanentemente senza riposo.
Mostrarti in uno stato permanente di povertà. Essere inseguiti da persone o animali.
Prendi un ascensore o apri le porte e non ti portano dove vuoi andare.
In tutti questi casi, dio ti sta mostrando la presenza di una maledizione che limita la tua vita.
In tal caso dovresti fare qualcosa per contrastarlo.
E se persiste, dovresti rivolgerti agli specialisti in liberazione e nei casi più estremi a un esorcista.

Come liberarsi di una fattura o una maledizione?

Fortea consiglia:
Se una persona è davvero maledetta, l’unico modo per eliminarlo è fare esattamente il contrario.

Cioè, se una persona ha invocato un demone per fare il male, allora si deve invocare dio per proteggerlo, aiutarlo e benedirlo.
Il bene è sempre più forte del male.
Il consiglio di Fortea riecheggia l’insegnamento di Cristo,
Ma a voi che ascoltate, io dico: Ama i tuoi nemici, fa ‘del bene a quelli che ti odiano, benedici quelli che ti maledicono, prega per quelli che ti maltrattano.” (Luca 6: 27-28).
Il Signore ci ha dato l’opportunità di benedire o maledire il potere della nostra lingua, quindi è necessaria la vigilanza.
Padre Fortea suggerisce che i suoi parrocchiani usano le seguenti armi molto efficaci se si ritiene che siano vittime di una maledizione .
Non si può sbagliare con loro.
Pregate il Rosario  Leggete la Bibbia  Parla con dio ogni giorno. Frequentare la Messa spesso, anche ogni giorno . Metti in una casa un beato crocifisso e un’immagine della Beata Vergine.  Fai il segno della croce con l’acqua santa ogni giorno.  Rimuovi oggetti maledetti.
La maggior parte degli esorcisti concordano sul fatto che gli oggetti possano essere maledetti da qualche opera di magia, voodoo, riti satanici o stregoneria. . Gli oggetti maledetti a volte inconsapevolmente si ingeriscono o possono essere con la persona che provoca danni attraverso il contatto o mantenendo l’oggetto maledetto nella casa. Gli oggetti maledetti devono essere trovati e distrutti, e quindi la maledizione è rotta.
Una cosa è smettere di comprare artefatti da paesi in cui il voodoo e la stregoneria dilagano.

Protezione spirituale

È importante sottolineare che la vita sacramentale è la protezione più potente.
E che dio non vuole che noi abbiamo paura, ma solo essere vigili, saggi e saggi sulla battaglia spirituale.
La lettera di Paolo agli Efesini ci istruisce a “indossare l’armatura di dio” e poi ci fidiamo.
In verità, il diavolo teme il cristiano che conosce la sua identità in Cristo, e sono pieni del suo Spirito.
Lo Spirito Santo viene in nostro aiuto e ci rende spiritualmente sensibili nel discernere le nostre circostanze spirituali e come proteggere o essere liberati.
dio ha dato alla Chiesa ogni provvedimento per la guerra spirituale.
Un esorcista di Roma insegna:
Persino la possessione demoniaca può diventare una scuola di santità , non solo per l’anima tormentata, ma anche per gli amici, che pregano, soffrono e sacrificano per la guarigione e la famiglia.
Molte volte dio ci sta insegnando come proclamare la sua vittoria in mezzo alle tenebre.
dio porta il bene fuori dalle situazioni negative, ma chiede la nostra cooperazione nella fede, nella speranza e nell’amore.
Ci insegna a pregare la sua benedizione l’una sull’altra.
Ma dobbiamo anche fare attenzione a ciò che non sembra essere una maledizione, ma un dono di dio.

 

Fonte articolo e foto: www.liberidalmale.it/category/contenuti/articoli/