Il legale di Massimo Bossetti, condannato all’ergastolo per l’omicidio di Yara Gambirasio, ha annunciato che si prepara a presentare una denuncia per frode processuale, dopo la scoperta che il dna di Ignoto 01 non è andato distrutto come si credeva.

Il materiale genetico, che andrebbe confrontato con quello di Bossetti per determinare se davvero è responsabile della morte della giovane Yara, si trova all’ospedale San Raffaele, da dove la Procura di Bergamo lo ha richiesto per alcune indagini.

Ora si prepara il possibile confronto tra i due dna, che potrebbe riaprire un caso che, dall’inizio, tra smentite e perizie negate, ha spesso portato al sospetto che si volesse chiudere in gran fretta la vicenda, senza volerla veramente chiarire.