Per tutto il mese di giugno, all’interno del chiostro della basilica di Santa Maria della Sanità, sarà esposto il dipinto di Elvis Spadoni intitolato “Diego!“. Dedicato al Pibe de Oro, ritrae il celebre calciatore in una posa estatica, inondato dalla luce divina, con i tifosi in atto di adorazione ad imitazione delle figure di una pala d’altare del Caravaggio. Per realizzare tale “apocrifo profanoSpadoniartista marchigiano che ha studiato teologia e ha realizzato diverse opere di arte sacra – ha scelto di rendere omaggio ai dipinti seicenteschi, attraverso l’uso di colori infuocati e scuri, come se entrando in “comunione” con il campione, si potesse ottenere di ricevere redenzione o beatitudine, o di ottenere una grazia. Dopo la basilica, il quadro sarà trasferito nella casa di comunità Cristallini 73, una struttura di aggregazione sportiva e culturale per i giovani che abitano nel territorio.

FONTEansa.it
Articolo precedenteArthur Ford & James Pike: Messaggio dall’Aldilà
Articolo successivoFranek Kluski: Il Mistero delle Mani di Cera