Questo enorme Parco Naturale è situato su una formazione vulcanica e abbraccia tre Stati americani: il Wyoming, il Montana e l’Idaho.

In effetti è un grande canyon con i fiumi, foreste, geyser ancora attivi e spazi termali. La zona ha una variegata fauna dagli orsi alle antilopi.

L’etimologia del suo nome Yellowstone (o pietra gialla) ha origine da vari fenomeni vulcanici che si sono manifestati millenni fa. E’ composto in gran parte appunto da pietre gialle derivate dall’abbondante zolfo. Il Parco fu fondato all’epoca dal Presidente degli Stati Uniti Grant (anno 1872).

Viene visitato annualmente da milioni di persone. Il Parco si trova su altipiani con altitudine di circa 2400 metri. Esso viene attraversato da vari corsi d’acqua, fra i quali si distingue l’omonimo lago.

L’acqua del fiume, attraversato il lago, si getta in un canyon molto profondo (o gola), cioè una valle profonda con pareti ripide. La principale strada che l’attraversa raggiunge l’incredibile lunghezza di 200 km.

Il Parco è diviso in ben cinque regioni: tra queste figura la zona canyon con una cascata alta addirittura due volte la cascata del Niagara.

Come già detto nel Parco si trovano molti geyser e sorgenti caldissime. Tutto questo mondo naturale si è formato a seguito di una plurimillenaria attività vulcanica che dette origine da una parte delle montagne rocciose. Purtroppo però esiste un serio pericolo: infatti ad una profondità di 14.000 metri sotto il Grande Parco è presente un vulcano di dimensioni colossali (75 km x 55 km). Come il Vesuvio, anche questo vulcano potrebbe eruttare all’improvviso in un prossimo futuro e costituire un serio pericolo, non solo per la zona ove è ubicato. Sono frequenti i terremoti che talvolta hanno raggiunto “magnitudo” 6 e oltre. La fauna, come detto, è molto varia. Una curiosità: è proprio in questa zona che si trova l’orso Grizzly, un tipo di orso abbastanza feroce di dimensioni superiori alla media.

Recenti studi scientifici attestano che la vita umana in quell’area risale almeno all’8000 a. C.; è appena il caso di precisare che nel Parco vivevano indiani, come i Shoshoni Cheyenne, provenienti dalle pianure a nord ed est del Parco. La notorietà del Parco e del suo super vulcano sottostante sono state evidenziate nel personaggio “Yoghi” di Hanna e Barbera e nel noto film “2012”.

Si tratta quindi di un’enorme riserva naturale, entrata nel patrimonio UNESCO, bellissima, ma anche “sorvegliata speciale”, proprio per la possibile eruzione dell’enorme super vulcano sottostante, la cui manifestazione è attivamente impossibile da prevedere.

Speriamo che avvenga il più tardi possibile, perché enorme sarebbe la conseguente catastrofe.