L’associazione Antigone, in collaborazione con il Criminal Justice Program dell’Ue, ha reso pubblica un’analisi comparata sugli istituti di pena, che evidenza come, nella sola Unione Europea, siano 590mila le persone detenute in prigione.

Ad avere il numero di reclusi più alto sono l’Inghilterra, con quasi 100mila presenze, e la Polonia, con circa 75mila; L’Italia, in tale graduatoria, si piazza al terzo posto con 61mila presenze e un livello di sovraffollamento che raggiunge il 120%.

Nonostante una buona diminuzione dei crimini denunciati, in paesi come Francia, Germania e Spagna l’aumento dei detenuti è in crescita costante, come pure il numero di persone in celle inadatte ad ospitare quantità di internati superiori a quelle per le quali sono state create.