È stata la trasmissione che va in onda su Rai3, ovvero “Report”, condotta da Ranucci a mostrare delle immagini che sono state oggetto di uno scoop: si tratta di un misterioso incontro tra l’agente segreto nonché dirigente del Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, ovvero Marco Mancini e Matteo Renzi.

È avvenuto in autogrill durante un periodo di crisi di governo dell’esecutivo Conte bis, iniziata proprio dal leader di “Italia Viva”. In una trasmissione Renzi non ha avuto problemi nel dichiarare che secondo lui, Mario Draghi possa gestire meglio l’Italia per renderla di sicuro più credibile. E’ questa secondo lui la politica.

Renzi ha inoltre esposto che all’interno dell’autogrill ci sono le telecamere, per cui quello tra lui e Marco Mancini non si può definire un incontro segreto. Il video in questione risale tra dicembre e gennaio quando i due dovevano incontrarsi in Senato, ma poiché non è stato più possibile, il dirigente ha raggiunto Renzi all’autogrill a Fiano Romano, dove quest’ultimo era in viaggio per Firenze.

Durante l’incontro non si è parlato di nomine, in quanto Mancini aveva un ottimo rapporto con Giuseppe Conte e soprattutto perché Renzi ha confermato di aver solo chiesto all’ormai ex presidente di lasciare il ruolo di “autorità delegata”. La domanda che però non poteva che esser più lecita per Renzi è stata: Chi seguiva me o Mancini per fare il video in questione?

Anche Report è finito nella bufera e la Rai è stata accusata di aver pagato 45 mila euro al fine di eseguire un video all’ex primer, proprio su questo c’è un’interrogazione parlamentare. Ad ogni modo, Renzi ha dichiarato di volersi fidare della Rai in quanto sostiene di vedere nei comportamenti dei lavoratori una sincerità che non si sposerebbe di certo con atteggiamenti falsi.

fonte ph: wikipedia