La salvia (Salvia Officinalis) è una pianta erbacea spontanea che si trova in tutta l’area mediterranea.
Il suo nome deriva dal latino “salvo” ovvero guarisco e secondo i Galli e i Romani, ma anche secondo la medicina cinese e ayurvedica, ha il potere di guarire molte malattie, in particolare, febbre e tosse.

La salvia, però, è da sempre associata al femminile in quanto ha diversi principi attivi che aiutano a riequilibrare il sistema ormonale delle donne. Utile in caso di amenorrea perché favorisce la comparsa del ciclo. Allevia crampi e dolori dovuti al ciclo, ma anche alla sindrome dell’intestino irritabile. In menopausa, la salvia allevia il problema delle vampate di calore. Utile, poi, anche in caso di ritenzione idrica, emicranie (in particolare, se a provocarle sono ciclo o menopausa) e problemi dell’apparato respiratorio, soprattutto in presenza di catarro.
Il modo più semplice per utilizzarla è avere una bella piantina sul balcone oppure in giardino.
L’infuso di salvia è utile a migliorare la digestione e diminuire i fastidi che interessano stomaco e intestino. Consumare abitualmente un infuso di salvia può aiutare ad avere una pancia piatta poiché riduce il gonfiore addominale. Occorre semplicemente mettere 4/5 foglie di salvia in 1 tazza d’acqua bollente, lasciandole in infusione per circa 5 minuti per, poi, filtrarle e bere l’infuso aggiungendo un cucchiaino di miele (in caso di tosse o febbre, con lo stesso infuso si possono fare anche dei gargarismi).
Inoltre, l’infuso di salvia è utile come impacco da applicare sulla chioma per cercare di mascherare i primi capelli bianchi.

La tisana di salvia (da acquistare in erboristeria o preparare da soli essiccando le foglie della pianta prima della fioritura) è anch’essa perfetta in caso di cattiva digestione, ma ottima anche in caso di diabete visto che la salvia ha un effetto ipoglicemizzante.
L’olio essenziale di salvia (da acquistare in erboristeria) lo si può utilizzare per fare massaggi oppure fare un bagno caldo, aggiungendo 5/6 gocce ai sali da bagno o al bagnoschiuma neutro in quanto la salvia ha proprietà antibatteriche e deodoranti oppure è piacevole diffonderne 4/5 gocce nell’ambiente per avere un effetto rilassante sulla psiche e sul corpo. L’olio essenziale di salvia è molto potente ed è consigliato per uso esterno. L’uso interno è consigliato solo sotto prescrizione medica e con la guida di un esperto.
Mi raccomando, dopo aver letto questo articolo, non limitiamoci più ad utilizzare la salvia solo in cucina per insaporire i nostri piatti, ma trasformiamola in nostra alleata quotidiana.