L’anno 2021 si chiude con una importante vittoria per il Made in Italy.

Il Consorzio della Doc guidato da Stefano Zanette ha ottenuto un importante riconoscimento internazionale vedendo garantita la protezione della denominazione collettiva Prosecco dall’ufficio marchi cinese Cnipa. Tale battaglia è iniziata nel 2014 quando i produttori di vino australiano rappresentati dall’Australian Grape and Wine Importated hanno cercato di ostacolare la protezione della Ip – Indicazione Geografica – di tale vino italiano. Il loro scopo, da quanto emerso, era evitare che fosse svolta la funzione di marchio per poter riuscire a distinguere l’origine e la provenienza dei prodotti, così da vendere i loro senza alcun problema nello strategico mercato cinese. A giudicare in maniera positiva l’ottimo risultato l’Ambasciatore d’Italia nella Repubblica Popolare Cinese, Luca Ferrari, che celebra la costante sinergia tra le istituzioni italiane sul territorio nazionale e il Consorzio per la tutela dei prodotti italiani all’estero.