Il termine “positivo” nell’ultimo anno è stato seguito da momenti di grosso sconforto e malessere fisico e psicologico.

Importante però è provare sempre a visualizzarlo come un termine capace di riportare un significato felice e motivazionale. Essere positivi nella vita significa credere nei propri sogni, nei desideri più nascosti che fanno parte del nostro cuore.

Nasce Woop, il metodo per realizzare i propri desideri creato dalla psicologa Oettingen e validato da ricerche scientifiche.

Wish, (desiderio) Outcome, (risultato) Obstacle, (ostacolo), Plan (pianificazione).

Ha firmato il metodo la psicologa sociale Oettingen alla New York University e all’Università di Amburgo (che da sempre ha studiato come le persone immaginano il futuro e l’impatto che ne deriva su cognizioni, emozioni e comportamento).

Ci sono diverse tappe che riguardano questo metodo:

  1. Wish: pensa a qualcosa che nella tua vita – pur se impegnativo, potrebbe essere raggiungibile in un certo lasso di tempo (un giorno, un mese, un anno… quel che ragionevolmente può servire); costruisci questo desiderio anche con la tua immaginazione;
  2. Outcome: quale risultato, concreto, operativo, porterebbe realizzare il desiderio? Identifica l’aspetto migliore, più piacevole per te e visualizzalo, rendilo visibile con gli occhi dell’immaginazione;
  3. Obstacle: qual è l’ostacolo – interiore – che potrebbe frapporsi? Cosa di te potrebbe, magari inconsciamente, bloccare? Quali pensieri, comportamenti, abitudini, credenze che magari sai già che si possono presentare o che in genere non ti fanno procedere in quello che vuoi fare? Visualizzalo bene, nel suo entrare in campo, sempre con gli occhi dell’immaginazione.
  4. Plan: di fronte all’ostacolo che hai chiaramente già individuato, come vuoi reagire? Quale azione, la più efficace, puoi intraprendere? Una volta individuata, costruisci il piano: “se” l’ostacolo si presenta, “allora” io agirò in questo modo. Ecco il contrasto mentale: se – allora. Ripeti la frase e rafforza dentro di te la consapevolezza di questa strategia.

Io ed i miei colleghi abbiamo verificato che tramite Woop, le persone inseguono i loro desideri in maniera più saggia e vantaggiosa. Con quest’ultimo si impara a conoscere sé stessi; una conoscenza legata però alla connessione con il mondo, sviluppando quindi un interesse meno egoistico e più legato al benessere comune!” Le parole della psicologa in questione stimolano i lettori ad una ricerca profonda e selettiva dei propri desideri e di quanto sia importante credere nei propri sogni e pensare che, nonostante tutto, abbiamo ancora tantissime cose da fare, questo non è nel modo più assoluto, il momento di arrendersi!