Cosa si fa per stare insieme… in momenti di Covid.

Questa storia che arriva da Santo Domingo, nella regione di Valparaíso, e una famiglia locale ha deciso di festeggiare il compleanno dell’amato gatto.

Un vero e proprio party casalingo, con l’occorrente del caso e ovviamente con tanto di invitati (umani). Le persone nonstante l’emergenza pandemia in corso e i vari divieti, non hanno voluto perdersi l’opportunità di vedere parenti e amici per un evento ‘così felice’.

Nulla vieta festeggiare il compleanno del gatto, ma sorgono i dubbi che non sia stato solo una scusa? Ma soprattutto vale la pena rischiare?

Ecco che il Covid non risparmia nessuno, infatti ben dieci persone presenti alla festa di compleanno del felino si sono contagiate e hanno diffuso il virus ad altre cinque con cui successivamente sono venute in contatto. Un totale, dunque, di quindici contagi che potevano essere evitati.

Da “LaZampa.it” secondo quando ha raccontato Francisco Álvarez (responsabile del Centro sanitario di Valparaíso) a Radio Bio Bio: “Ho pensato che lo dicessero per nascondere qualcos’altro, ma in realtà era così – continua – È complesso e un po’ incomprensibile, soprattutto considerando che lo abbiamo detto in tutti i modi e sottolineiamo che se le persone si incontrano, dovrebbero prendere le misure necessarie. In caso contrario, è meglio rimanere nella proprie case.

IIn tempi normali festeggiare il proprio micio insieme alle persone care è un’occasione più che gradevole per stare insieme, ma in questo frangente è oltremodo da condannare.

fonte articolo: Virgilio.it 21/91/2021