Giovedì 14 Novembre si svolgerà in piazza Municipio a Napoli l’inaugurazione della mostra temporanea alla presenza dell’artista Liu Ruowang. I cento lupi di ferro dell’artista resteranno fino a fine marzo 2020, ma già in queste ore è possibile ammirarli durante l’allestimento nella piazza napoletana.

Per circa cinque mesi l’esposizione sarà a disposizione del pubblico che vorrà osservare da vicino l’opera dell’artista cinese, consistente in un branco di cento lupi in ferro massiccio (dal peso di 280 chili l’uno) che minaccia un imponente guerriero. Una metafora, spiega l’artista cinese, che rappresenta la dura risposta della natura alle devastazioni dell’essere umano, dal titolo eloquente di “Wolves coming” (“Arrivano i lupi”). La Natura è rappresentata proprio dal branco che “reagisce” contro l’uomo e le sue devastazioni. La mostra all’aperto è stata organizzata da Matteo Lorenzelli e da Milot, oltre che promossa dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli. Già altre due volte la mostra “Wolves coming” era arrivata in Italia: era il 2015 quando venne esposta alla Biennale di Venezia al Padiglione di San Marino e, nello stesso anno ma pochi mesi dopo, nella sede dell’Università di Torino. Si potrà ammirare l’intera collezione, che occuperà l’intera piazza Municipio.

Nelle precedenti edizioni l’esposizione non era completa. L’inaugurazione vera e propria a avverrà giovedì 14 novembre alle 11.30, con lo stesso Liu Ruowang presente in piazza Municipio. Ma già in queste ore molta gente si è ritrovata in piazza per ammirare i lupi e il guerriero che sono apparsi destando non pochi timori ed anche una certa ironia pensando al sindaco che è lì vicino. Il richiamo ad un rispetto verso la natura tutta non è cosa da poco. Evidentemente non solo in Cina ma anche in Italia assistiamo ad “aggressioni naturalistiche” che minano sempre di più la realtà che viviamo. Ultimamente si sta parlando molto di inquinamento ambientale. Una riflessione sul rispetto che il creato richiede, dal mondo animale a quello vegetale, è assolutamente calzante in questa esposizione. Ogni uomo deve necessariamente iniziare a percepire quanto infausto è un mondo dove l’equilibrio ambientale viene a mancare. Il saper vivere civile deve entrare nei meandri del nostro modo di fare, nei piccoli gesti quotidiani. Una posizione “distratta” o volutamente contraria non può che favorire l’arrivo …dei lupi.