Ingressi record al MANN per godere delle opere di Antonio Canova.

60.000 i visitatori che nei primi 15 giorni di programmazione al Museo Archeologico Nazionale hanno ammirato oltre 113 tra opere tra cui “Le tre Grazie“, “Amore e Psiche stanti“, “Ebe“, “Danzatrice con le mani sui fianchi“, provenienti dal Museo statale Ermitage di San Pietroburgo.

La presenza del grande artista ha fatto registrare il 30% in più di ingressi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

“Canova a Napoli è un’occasione unica, imperdibile, mai vista. Tre anni di lavoro con le più importanti istituzioni italiane e mondiali hanno generato una mostra che lascerà per sempre il segno. Siamo orgogliosi delle decine di migliaia di visitatori che in questi giorni affollano il MANN e ci confermano una scelta che definire vincente è poco”, commenta il direttore Museo, Paolo Giulierini.