Il campionato di calcio di serie A entra nel vivo delle fasi finali. Eccezion fatta per la capolista Juventus, oramai avviata a vincere l’ennesimo scudetto con grande margine sul Napoli, destinato ad essere l’eterno rivale ed eterno… secondo. Per il resto la lotta è apertissima. Non solo per il quarto posto della Champions ma anche in zona retrocessione le compagini accreditate a scendere nella serie cadetta si sono risvegliate creando attese e, di sicuro, grande fervore negli appassionati. La Spal che vince con la Lazio, il Milan che dopo un avvio clamoroso nel girone di ritorno sta di nuovo trovando una flessione nel gioco e nei risultati, hanno riaperto i giochi.

L’Inter, tanto scombussolata dalle questioni legate al rinnovo contrattuale di Icardi, ha ritrovato un passo invidiabile per consolidare la terza posizione in classifica. Di sicuro le due squadre più in crisi ci sono apparse le romane. La Roma sperava in un cambio di vento con la sostituzione di Di Francesco sulla panchina, ma l’arrivo di Ranieri, uomo di grande esperienza e carisma non ha dato i risultati che si speravano. La Lazio dopo che per diverse giornate aveva recuperato dei punti alle squadre meglio posizionate in classifica, pare che stia pagando la rincorsa fatta con prestazioni non al massimo livello dei propri giocatori. Nella zona retrocessione, a parte il Chievo oramai sulla strada del rientro in serie B, sia l’Empoli che il Frosinone così come la Spal hanno avuto un guizzo di orgoglio per restare a galla. Il Bologna e il Genoa assieme all’Udinese continuano a cercare punti attraverso prestazioni altalenanti. E mercoledì cominciano le fasi finali della Champions e della Uefa League che vedono la Juve e il Napoli assolute protagoniste, speriamo fino alla fine.