Ancora una volta l’Italia trema, terremoto in Calabria con epicentro a Rende in provincia di Cosenza. La forte e prolungata scossa di magnitudo 4.4 avvertita dalla popolazione non ha causato gravi danni, ma di certo ha suscitato paura nei cittadini che si sono riversati per le strade. Le scosse avvenute poco prima delle ore  17 sono state tre, la prima nel Tirreno meridionale di magnitudo 3.4, la seconda a Rende e l’ultima in mare verso le ore 17,25 di 2.8.

La Protezione Civile ha sospeso il traffico ferroviario e sono stati effettuati i primi controlli agli edifici scolastici. È stato avviato subito il piano di evacuazione e le persone sono state accompagnate al pronto soccorso dell’ospedale Annunziata.

Intanto la situazione si è fatta più difficile al Comune, poiché era in corso la seduta della commissione sanità, per stabilire il piano di prevenzione e controlli legati all’emergenza Coronavirus, in brevissimo tempo l’intero palazzo è stato evacuato d’urgenza per paura di eventuali crolli.