La dipartita dell’Inghilterra dall’Unione Europea torna a far parlare di sé, dopo un periodo nel quale sembrava che i potenziali giochi ed assetti riguardanti tale dolorosa questione si fossero risolti (o almeno lo si credeva).

Dopo la perdita di credibilità di Theresa May nella gestione dei negoziati (che sembrano compromessi), ora l’Europa richiede agli Inglesi di partecipare alle Elezioni Europee fino a quando continueranno a far parte del conglomerato europeo.

La proroga dei negoziati appare ormai inevitabile, anche se alcuni sperano in un ripensamento del popolo inglese e in un loro ritorno all’alveo dell’ONU.