Il 30% dei positivi da coronavirus a distanza di 3 mesi soffre di caduta di capelli.

Questa è una delle conseguenze del Covid-19 denuncia fatta da una recente ricerca dell’Indiana University School of medicine e Alfredo Rossi professore associato di Dermatologia e Venereologia dell’Università Sapienza di Roma, responsabile del Centro tricologico del Dipartimento che dichiara che vi è una relazione per alopecia.

Questa conseguenza non è solo nei pazienti che manifestano il covid con i sintomi respiratori ma anche per quelli che sono asintomatici perché il virus aggredisce direttamente il follicolo pilifero attraverso i recettori.

La statistica tocca sia uomini che donne e questo rialzo per tutto il periodo post covid è ovvio ed avrebbe scatenato patologie sottostanti che non sono state fino a quel momento viste come alopecia androgenetica.